WHITE STAR LINE

Nel 1968 Thomas Henry Ismay di Liverpool acquistò i beni di una compagnia navale in fallimento, per l'appunto la White Star Line che era di H.T. Wilson e J. Pilkington. Pochi mesi dopo decise che la sua acquisizione sarebbe diventata una linea di piroscafi. La decisione era stata presa durante una partita di biliardo a casa del finanziere Gustav Christian Schwabe, che promise aiuti finanziari a Ismay ma ad una condizione: le navi avrebbero dovuto essere costruite dai cantieri di Harland & Wolff di cui suo nipote Gustav Wolff era socio. Ismay accettò e così il 6 Settembre 1869 la White Star Line fu registrata sotto il suo nome societario Oceanic Navigation Company LTD.. Per 65 anni fu rispettata come una delle maggiori società di progresso navale e richiesta in tutti e sei i continenti. La compagnia offriva prevalentemente traversate atlantiche ma forniva anche servizio passeggeri e carico tra l'Inghilterra e il Sud America, Australia, e Nuova Zelanda così come la traversata da San Francisco e i porti del Lontano Est.

Bandiera della White Star LineLe navi della compagnia erano quasi tutte costruite dai cantieri navali di Harland and Wolff a Belfast nel Nord Irlanda. La compagnia non si limitava al trasporto passeggeri infatti le sue numerose navi da carico furono utilizzate in tutto il mondo. La maggior parte della FLOTTA della compagnia ebbe un grande successo tanto che alcune vinsero perfino il Nastro Azzurro per la traversata più rapida dell'Atlantico. Una di queste fu l'Olympic, che fu considerata insieme alle altre uno dei fiori all'occhiello delle linee oceaniche del tempo. Tutte avevano il suffisso -ic e i piroscafi erano facilmente riconoscibili: avevano fumaioli avana con cima nera, scafo nero con una riga rossa nella parte superiore e come bandiera una coda di rondine rossa blasonata con una brillante stella rossa a cinque punte. I primi piroscafi furono l'Oceanic, l'Atlantic e il Baltic che entrarono in servizio a pochi mesi l'uno dall'altro. Nel 1872 si unì alla flotta la nave Repubblic seguita dopo qualche anno da altre due l'Adriatic e il Celtic. La compagnia continua ad espandersi tanto da costruire nel 1899 l'Oceanic II, ultimo piroscafo la cui supervisione era stata fatta da Thomas Henry Ismay in persona.

Quando il vecchio Ismay morì il 23 novembre 1899, pochi mesi dopo il viaggio inaugurale della nave, gli succedette il suo 37enne figlio J. Bruce Ismay che diventò il presidente della White Star Line. J. P. MorganEgli era entrato nella compagnia nel 1880 e il 1 Gennaio 1891 era diventato socio. Era una persona molto timida e schiva così cercava sempre di evitare una personale pubblicità. In poco tempo la sua personalità cambiò diventando brusco e sarcastico. Tra i progetti che premevano al defunto T. E. Ismay c'era quello della costruzione di quattro nuovi transatlantici per sostituire i vecchi. In questi la capacità di carico e di passeggeri erano sacrificate a favore di migliori sistemazioni. Il primo fu il Celtic nel 1901, il più grande del momento, poi ci furono il Cedric, il Baltic e l'Adriatic. Nel 1904 J. Bruce Ismay pur rimanendo presidente della White Star Line prese il posto del defunto presidente e amministratore delegato del'IMM offertogli da J. P. Morgan. International Mercantile Marine (IMM) era un enorme conglomerato fondato dal finanziatore americano J. P. Morgan con un investimento iniziale di 120.000.000 di dollari. L'IMM possedeva numerosi transatlantici e aveva accordi segreti di interessi navali con l'Olanda e la Germania. Morgan cercò di aggiungere la White Star Line all'IMM e come si è visto nel 1904 ci riuscì.

Presto cominciò una fortissima concorrenza nella rotta atlantica da parte della sua rivale, la Cunard Line. Nel 1905, infatti, la rivale cominciò la costruzione del Lusitania e del Mauritania, moderni Pirrie e Ismaypiroscafi che non avevano niente a che vedere con la flotta della White Star Line. Le due navi partirono quasi contemporaneamente, la prima a Settembre e la seconda a Novembre del 1907 che alzò il record di velocità di due nodi. Erano lunghe 230m e pesavano 31.500 tonnellate, erano dunque le più grandi navi del mondo. Nel 1907 Pirrie, presidente di Harland and Wolff, ospitò nella sua casa londinese J. B. Ismay e sua moglie Florence. Dopo cena, o meglio dopo porto e sigari, i due uomini discutevano della concorrenza della Cunard. Pirrie suggerì di costruire tre piroscafi che avrebbero fornito un servizio settimanale di traversata spiccando per comfort e stile. A Ismay piacque l'idea e cominciarono subito gli imprecisi disegni dei piroscafi. Anche se le navi sarebbero andate a più di 20 nodi la sicurezza e il lusso senza precedenti sarebbero stati il loro punto di forza, cambiando i canoni delle traversate atlantiche.

L'11 Settembre 1907, la White Star Line annuncia il suo accordo con Harland and Wolff per la costruzione di tre enormi transatlantici che sarebbero stati in competizione con il Lusitania e Mauritania della Cunard. Nel 1908 la compagnia emise nuove azioni per 7.500.00 per aiutare a pagare la costruzione dei piroscafi. Furono le prime ad avere a bordo un "saloon" di Prima Classe a metà della nave, l'illuminazione a gas, i Bagni Turchi, "a' le carte restaurant", una piscina coperta e cabine dette Suite con passeggiata privata; furono inoltre le più pesanti dell'epoca. Il 31 Maggio 1911, quando il Titanic venne varato, l'Olympic partì per il viaggio inaugurale essendo già stata varata il 20 Ottobre 1910. Il 12 Aprile 1912 partì il Titanic per il suo viaggio inaugurale che non ebbe mai termine.

Le navi della White Star Line ottennero molti primati. Purtroppo anche la White Star Line come altre compagnie di navigazione ebbe diversi incidenti, come distruzioni da parte di incendi o attacchi di bombe sottomarine tedesche o ancora rovesciamenti dovuti al congelarsi delle attrezzature. La flotta esiste ancora oggi, dopo quasi 90 anni dal suo lancio nel 1911, la lancia Nomadic, funziona ancora, è posta davanti alla Torre Eiffel nel fiume Senna ed è adibita a ristorante galleggiante. Purtroppo per molti la compagnia White Star Line è simbolo di disastro ma per gli appassionati navali è il simbolo della bellezza, dell'innovazione e della qualità.

Nel 1934 la compagnia chiese un finanziamento al governo per la costruzione di una nuova nave, nello stesso periodo anche la sua rivale la Cunard Line decise di fare altrettanto. Il governo decise di accordare il finanziamento a entrambe a patto che si fossero fuse. La prima nave della nuova società chiamamta Cunard White Star fu RMS Queen Mary che diventò immortale tanto che adesso è meta turistica a Long Beach in California. Nel 1939, infine, la White Star Line venne sciolta e la compagnia tornò al suo nome originale Cunard Line, questa fu la fine definitiva della grande compagnia navale.